ISLANDA TREK dal 21/08/2018 al 05/09/2018

Non ci sono parole per descrivere l’Islanda, bisogna vederlauna terra di spettacolare bellezza. Il giro si compie prima con un trek di 6 giorni e poi dell’isola in fuoristrada di 7 giorni.

Un viaggio in Islanda permette di scoprire e conoscere gli aspetti geologici più incredibili, mentre il trek è un opportuno complemento per vivere direttamente la bellezza e vitalità di questa natura indomabile.

La prima settimana è dedicata al trek da Landmannalaugar a Skogafoss conosciuto in Islanda come “laugavegurinn”.

Si articola su un percorso molto particolare e ricco di interesse naturalistico su rilievi molto arrotondati inizialmente su terreni ricchi di colore, variegati dalla presenza di laghetti termalie fuoriuscite di zolfo.

Successivamente si prosegue su piane nere percorse da grossi fiumi tumultuosi che si incanalano in enormi spaccature del terreno. Questi fiumi provengono dal ghiacciaio Myrdalsjokull e defluiscono al mare. L’ultima parte, da Porsmork a Skogafoss, presenta l’attraversamento dei bordi dei ghiacciai Myrdalsjokull e Eyjafjallajokull, per poi scendere verso il mare.

Nella seconda settimana si effettua il giro dell’isola in auto. Reykjavik dove prendiamo possesso delle nostre vetture e attraverso la regione del lago Myvatn, l’Askjae, il Parco di Skaftafell .

Viaggio in collaborazione con VIAGGI AVVENTURE NEL MONDO

GIORDANIA TREKKING dal 27/12/2017 al 07/01/2018

Le antiche città, il suggestivo Mar Morto, l’affascinante Petra, il deserto di Wadi Rum e una popolazione ospitale e cortese. Trekking non impegnativi nelle oasi e riserve naturalistiche.

Dodici giorni alla scoperta del territorio, il viaggio è interessante e vario, va a ricercare le specificità della Giordania insite nel nostro ideale immaginario: antichi siti archeologici  ben conservati, vasti paesaggi talvolta rigogliosi, il Vivo e galleggiante Mar Morto, deserti sconfinati punteggiati da dune sabbiose e rocce multiformi e colorate.  La maestosa e incredibile Petra, e l’estremo nord del colorato Mar Rosso. I trekking nelle riserve naturali e oasi naturalistiche che offrono aspetti incontaminati e sconosciuti al turismo di massa.

I Trekking durano in media da 3 a 8 ore al giorno e offrono un’occasione unica per stupirsi da vicino della terra di Giordania, venendo in contatto diretto con l’archeologia, la natura incontaminata, la geologia e le biodiversità, ne faremo alcuni come ad esempio:
Trekk nel deserto del Wadi Rum, Trekk a Wadi Mousa-Petra, Trekk nella riserva naturale di Wadi Dana.

Forza ragazzi! Un capodanno da non dimenticare!!!

Viaggio in collaborazione con VIAGGI AVVENTURE NEL MONDO

SUDAFRICA dal 21/10/2017 al 12/11/2017

Un intenso viaggio alla scoperta del Sudafrica e, di passaggio, del Lesotho e dello Swaziland. Tre settimane per tutto quello che c’è da vedere in quasi 5000 km. Il continuo cambiamento del paesaggio ci delizierà, nelle ore in jeep.

‘Il mondo in un solo Paese’ recitano i depliant turistici e per una volta dicono il vero. Il Sudafrica offre paesaggi splendidi e diversissimi, deserti, savane, canyon, lagune, montagne, coste bagnate da due oceani e ovunque una flora e una fauna straordinarie.

Il Kruger ci sorprenderà per gli avvistamenti degli animali più belli dell’Africa, attraversando una regione tra le più affascinanti del Sudafrica, sia per gli insediamenti delle varie etnie (Venda, Ndebele), sia per la grande varietà di paesaggi: fiumi, cascate, montagne, canyon, foreste di pini e di eucalipti, savane e macchie di acacie spinose che ospitano una fauna varia e numerosa. Guideremo fra branchi di gazzelle, antilopi, eland, orici, gnu, kudu, bufali, zebre, giraffe, elefanti; incontreremo rinoceronti bianchi e neri, ippopotami, coccodrilli, leoni (ce ne sono più di 2000), iene brune e maculate, sciacalli e con un pò di fortuna anche ghepardi e leopardi. E, per gli amanti di birdwatching, c’è un enorme varietà di uccelli: 468 specie fra cui moltissimi rapaci, aironi, tucani, marabù, serpentari, buceri e storni metallici che ci terranno compagnia a colazione.

Percorreremo la famosissima Garden Route che costeggia laghi, lagune e foreste in un paesaggio in parte alpino e in parte marino, toccando lo Tsitsikamma National Park. Toccheremo Cape Agulhas per ammirare il maestoso spettacolo dei due oceani che si incontrano.

Tappa a Hermanus per l’avvistamento delle balene e poi via sino a Città del Capo.

Vedremo con i nostri occhi se si è sconfitto definitivamente l’apartheid, vedremo se finalmente grazie all’ex presidente della repubblica, Mandela, simbolo della lotta per i diritti civili, si potrà respirare la parità tra i “White” ed i “Coloured”.

23 giorni di piste, natura, condivisione della guida e tanta strada!

Viaggio in collaborazione con VIAGGI AVVENTURE NEL MONDO

MESSICO dal 17/8/2017 al 27/8/2017

E’ con entusiasmo che vi invito a questo bellissimo viaggio. Un tuffo nella storia e nella natura del Messico. Un viaggio diviso in due parti: la prima in giro per i principali siti di archeologia Maya dello Yucatan e delle riserve naturali, la seconda parte al mare, per fare attività balneari ed escursioni in barca.

Toccheremo:

Campeche città patrimonio dell’Unesco dall’incantevole atmosfera coloniale

Calakmul splendido sito maya immerso nella giungla con la più ampia e alta piramide dello Yucatan e che per dimensioni e rilevanza storica può essere paragonato a Tikal in Guatemala

Uxmal altro gioiello della civiltà maya

Merida e Chichen Itza il più famoso sito dello Yucatan è annoverato tra una delle 7 meraviglie del mondo

Tulum con lo spettacolare sito arroccato sul mare e la splendida spiaggia,Playa del Carmen, Cancun

la splendida Isla Mujeres dove faremo escursioni per l’avvistamento degli squali-balena, snorkeling, immersioni ecc ecc

la natura bizzarra dei meravigliosi cenotes, la  biosfera a Rio Largatos ,

Insomma un viaggio di 11 giorni pieno di bellezze e meraviglie!

Viaggio in collaborazione con VIAGGI AVVENTURE NEL MONDO

TANZANIA dal 29/10/2016 al 6/11/2016

Un viaggio breve, 9 giorni da dedicare tutti ai parchi e alle savane dell’altopiano della Tanzania. Un paese che andiamo a scoprire nelle sue pieghe più belle e nelle sue popolazioni più interessanti. Le sterminate steppe della gente Masai, gli animali e le fiere dei parchi nazionali, le regioni dell’interno, il deserto aspro e inospitale del lago Natron

Visiteremo:

il Tarangire un parco nazionale con bellissima vegetazione e molti elefanti,

il Lake Manyara National Park dove oltre alla fauna e agli uccelli acquatici potremo ammirare gruppi di leoni che solo qui hanno l’abitudine di sdraiarsi sui rami degli alberi,

il Ngorongoro National Park ed con l’escursione sul fondo del cratere, sui suoi prati verdissimi tra migliaia di fenicotteri rosa che ne bordano il lago e il campionario di tutte la specie di animali africani che hanno scelto qui il loro habitat,

il Serengeti National Park, probabilmente il più famoso parco africano immortalato in centinaia di documentari: gazzelle, impala, antilopi, waterbuck, giraffe, gnu, bufali, iene, coccodrilli, leoni, ghepardi, saranno da ora intorno a noi e non finiremo nè di guardarli nè di stupirci, sopratutto per la quantità, mentre il paesaggio ci lascerà veramente senza fiato,

i villaggi Masai

il Lago Natron che costituisce una vera alternativa ai parchi nazionali.

BIG FIVE ARRIVIAMO!

Viaggio in collaborazione con VIAGGI AVVENTURE NEL MONDO

INDIA dal 28/7/2016 al 7/11/2016

Questo breve ma intenso viaggio ci porta a scoprire le vestigia del glorioso passato dell’India che ha caratterizzato tutto il secondo millennio, testimonianza di una straordinaria fioritura artistica e culturale.

Tra il 600 e il 700 gli imperatori Moghul costruirono palazzi sontuosi e mausolei imponenti, castelli e fortezze, creando il profilo urbanistico delle città di Jaipur, Delhi, Agra e dintorni.

Oggi l’India è terra di tante contraddizioni: l’economia migliora tangibilmente in molti comparti e zone geografiche, con tassi di sviluppo paragonabili solo alla Cina, altrettanto grande ma più spietata. Purtroppo ciò non si traduce in un progresso generalizzato, anzi a volte sono acuiti i classici problemi indiani: miseria, inquinamento, scontri sociali addirittura con connotazione di intolleranza religiosa, proprio qui dove per secoli tutte le grandi religioni sono state vicine in pacifica convivenza.

Oggi la spiritualità si coglie soprattutto nei luoghi di culto come la grande moschea di Delhi, il complesso di Khajuraho o le vestigia buddhiste di Sarnath presso Varanasi. Quest’ultima stupisce per la sincera e fortissima spiritualità che emana dovunque: dagli sguardi delle persone che scendono ai ghat sulle rive del Gange per le abluzioni al composto dolore dei familiari che vi portano i loro cari per essere cremati, dai vicoli stretti brulicanti di persone e animali giorno e notte sino al rito quotidiano della puja, il ringraziamento al fiume da parte dei bramini, emozionante da ogni prospettiva. Proprio Varanasi ci farà provare le sensazioni più forti: la vicinanza tra la vita e la morte che qui si sfiorano e si incrociano: il Gange dà la vita e dà la morte, dà senso a innumerevoli esistenze marginali e rende sopportabili i sacrifici quotidiani di tanti indiani. Varanasi è la città sacra degli indù ma è un macrocosmo fantastico che tutti, una volta nella vita, dovrebbero vedere. Varanasi da sola vale tutto il viaggio.

Viaggio in collaborazione con VIAGGI AVVENTURE NEL MONDO